Ricette di mare

Insalata tabarchina antica cipolla , cetriolo salame di tonno,o musciame,ed un filo di olio d’oliva extravergine                   taggiasco

Insalata tabarchina moderna


insalata tabarchina moderna dove abbiamo sostituito i cetrioli con i pomodori

CAPON DE GALEA


La ricetta della Capponadda ligure ha al suo interno non solo un insieme di ingredienti, ma un pezzo della storia marinara della Liguria. Parlare di questo piatto evoca suggestioni fascinose. Avventure tra i flutti, battute di pesca e vicende di uomini abituati a sfidare le avversitàÈ conosciuta come “cappon de galea” e in passato veniva consumato a bordo delle navi e dei pescherecci, soprattutto durante le lunghe traversate lungo il Tirreno. La sua caratteristica peculiare era di poter essere preparato persino durante le tempeste in mare, quando era difficile se non impossibile allestire altre pietanze a causa dell’impraticabilità delle cucine. Per questo motivo – sebbene oggi sia diventato un piatto rinomato della tradizione locale – in passato i marinai non lo gradivano affatto! Era infatti associato alle condizioni proibitive del mare.

Ricetta della Capponadda ligure – gli ingredienti per 4 persone:

Tempo di preparazione: 10 minuti + 1/2 ora tempo di attesa 6 Gallette del Marinaio (in alternativa bruschette di pane tostato o crostini di grandi dimensioni)  1/2 bicchiere di aceto di vino bianco 8 acciughe sotto sale 100 grammi di tonno di buona qualità al naturale o in olio extra vergine di oliva o se disponibile 150 gr di mosciame di tonno tagliato a fettine  o salame di tonno1 cucchiaio di capperi salati 2 cucchiai di olive nere taggiasche denocciolate mezzo bicchiere di olio extra vergine di oliva (preferibilmente ligure) sale timo o basilico possibilmente fresco

Sugo di acciughe: il “tocco de anciöe” genovese semplice e veloce

La realizzazione è davvero semplice: puliamo, laviamo e dislischiamo le acciughe.

Mettiamo sul fuoco una padella con l’olio, e appena diventa caldo gettiamo le acciughe e l’aglio tritato. 

Sciogliamo le acciughe, senza farle friggere. Aggiungiamo il prezzemolo, e facciamo ridurre fino a formare una sorta di crema densa. Il nostro sugo di acciughe a questo punto è pronto per condire la pasta, che – una volta cotta – andrà scolata e gettata direttamente in padella.

Se vogliamo possiamo arricchire il sugo con qualche pomodorino, oppure con pinoli e olive, e aggiungere, quando sugo e pasta saranno insieme in padella, una manciata di pangrattato.

La ricetta

È il condimento tipico dei pescatori liguri, fresco, facile, leggero e veloce, ma anche gustoso e buonissimo: stiamo parlando del sugo di acciughe o, per chiamarlo in dialetto, il “tocco de anciöe”, ricetta povera adatto per condire tutti i tipi di pasta.

È il condimento tipico dei pescatori liguri, fresco, facile, leggero e veloce, ma anche gustoso e buonissimo: stiamo parlando del sugo di acciughe o, per chiamarlo in dialetto, il “tocco de anciöe”, ricetta povera adatto per condire tutti i tipi di pasta.